Cresce il “lavoro mobile”: in aumento l’uso di notebook, tablet e smartphone

Il “mobile working” sta cambiando. Una ricerca di IDC dimostra che la tendenza al lavoro in mobilità oltrepassa i confini geografici, industriali e culturali.

Entro la fine del 2015 la popolazione mondiale dei lavoratori mobili raggiungerà 1,3 miliardi, o il 37,2% della forza di lavoro totale. Vuol dire che rispetto al 2010 sul pianeta ci sono 300 milioni di lavoratori mobili (30%) in più. In America la quantità di lavoratori mobili raggiungerà 212,1 milioni, rispetto ai 182,5 milioni del 2010. In Europa, Medio Oriente e Africa crescerà fino ai 244,6 milioni da 186,2 milioni del 2010. Nella regione Asia-Pacifico questo numero raggiungerà 877,3 milioni, cioè 247,7 milioni in più rispetto ai 629,6 milioni del 2010.

Anche il mercato mondiale dei dispositivi “smart connected” (cioè PC, portatili, smartphone, tablet) cambierà notevolmente.

Il numero di utenti di dispositivi “smart connected” crescerà dai 230 milioni (nel 2010) fino ai 570 milioni in America, dai 229 ai 513 milioni in Europa, Medio Oriente e Africa, e dai 236 ai 766 milioni nella regione Asia-Pacifico. Il numero degli utenti di smartphone crescerà dai 94 ai 305 milioni in America, dai 108 ai 297 milioni in Europa, Medio Oriente e Africa e dai 103 ai 527 milioni in Asia Pacifica. Così, entro la fine del 2015 i consumatori dalla regione Asia-Pacifico avranno la metà dei telefoni cellulari di tutto il mondo. Il numero di utenti di PC aumenterà in America da 48 ai 45 milioni e nella regione Asia-Pacifico da 68 a 78 milioni, ma diminuirà leggermente in Europa, Medio Oriente e Africa: da 41 a 37 milioni. Il numero di utenti di PC portatili, invece, aumenterà ovunque: da 67 a 88 milioni in America, da 73 a 98 milioni in Europa, Medio Oriente e Africa e da 60 a 103 milioni nella regione Asia-Pacifico. Inoltre, entro la fine del 2015 uno su quatto notebook venduti nel mondo sarà un notebook ultra-sottile (inclusi Intel Ultrabooks). Sempre più popolare stanno diventando anche i tablet: il numero di utenti crescerà da 20 a 130 milioni in America, da 7 a 81 milioni in Europa, Medio Oriente e Africa e da 5 a 57 milioni in Asia Pacifica. Così in 4 anni il CAGR dei tablet è diventato 3 volte più veloce rispetto a quello di PC.

ALCUNI DATI PER SETTORE

Commercio al dettaglio:

– Il 31% dei rivenditori in Asia Pacifico ha adottato soluzioni mobili/wireless per gestire le vendite e mantenere le relazioni con i clienti.

– Nel 2013 i rivenditori nella regione Asia-Pacifico hanno speso 934.3 milioni di dollari sui dispositivi smart.

Industria:

– Circa il 50% dei produttori intervistati ha iniziato a introdurre soluzioni mobili/wireless nel 2012-2013.

Enti governativi:

– Nel 2013 l’uso di tablet negli enti governativi e nella pubblica amministrazione è quasi raddoppiato: si registra l’aumento dell’85%.

– L’uso di smartphone aumenta stabilmente del 10% all’anno fino al 2015.

Sanità:

– Il 29% dei fornitori di servizi sanitari APEJ hanno aumentato gli investimenti in dispositivi mobili a partire dal 2013.

– L’utilizzo di smartphone nel settore sanitario della regione Asia-Pacifico cresce con un CAGR del 14% fino alla fine del 2015.

– L’uso di tablet nel settore sanitario della regione Asia-Pacifico cresce con un CAGR del 49% fino al 2015.

Servizi finanziari:

– Le principali banche registrano 5,8 transazioni per cliente al giorno effettuate da dispositivi mobili.

– Fino al 16% dei clienti dell’Asia Pacifico utilizzano attivamente applicazioni di mobile banking.


Anche tu sei un mobile worker? Conosci il nostro servizio cloud di videoconferenza professionale JOINVIDEO? Puoi provarlo GRATIS direttamente on-line dal tuo pc, tablet o smartphone.

//]]>