Riunioni ad alta quota: Vidyo lancia la videoconferenza per droni

Molteplici gli utilizzi, dalle emergenze alle grandi infrastrutture. Con la possibilità di discutere le immagini in tempo reale.

Un servizio così popolare che ha ormai preso il volo. Nel caso della video conference l’espressione si può usare sia in senso metaforico che letterale. Vidyo ha infatti lanciato in Nord America un nuovo servizio di video conferenza per droni, i piccoli velivoli pilotati da terra in grado di svolgere compiti anche molto delicati azzerando i rischi per gli operatori.

Emergenze e catastrofi naturali

Un drone dotato di un sistema di videoconferenza può essere utilissimo in molte situazioni. Le prime che vengono in mente sono le emergenze in seguito a incidenti o catastrofi naturali: un terremoto, l’eruzione di un vulcano o un incidente ferroviario. Appena è avvenuto il disastro, le autorità possono inviare un drone per sorvolare la zona e valutare la situazione.

Il piano di emergenza

Se era già possibile registrare filmati con i droni e vederli in un secondo momento, a volo terminato, ora si può fare molto di più: grazie al nuovo servizio di Vidyo le immagini non sono solo trasmesse in diretta, ma addirittura in videoconferenza con la possibilità di collegare esperti da tutto il mondo, che sono così messi in condizione di discutere tra di loro, in una sala virtuale, per decidere come intervenire in tempi rapidissimi. L’applicazione per droni conferma l’estensibilità della piattaforma VidyoWorks e mostra come sia possibile utilizzare la video conferenza per gli scopi più diversi. La telecamera montata sul drone, in grado di realizzare filmati in alta definizione, usa un segnale analogico per trasmettere il video ai partecipanti al meeting online.

Industrie e governi

La pianificazione di un intervento di emergenza è solo un esempio dei tanti possibili utilizzi del nuovo servizio di videoconferenza per droni lanciato da Vidyo. Tra i potenziali utenti delle sale virtuali volanti ci sono industrie e governi. Il servizio può rivelarsi infatti utilissimo per ispezioni di infrastrutture e grandi opere come ponti, dighe e oleodotti.

Un servizio personalizzabile

Anche se il drone non trasmette audio, i partecipanti alla conferenza on-line possono discutere il video in tempo reale. Gli utenti possono utilizzare un pc, un tablet o uno smartphone. Al momento dell’acquisto, i clienti possono scegliere il modello di drone e di videocamera, il software video e decidere se optare per la capacità di multi-videoconferenza. L’offerta è quindi flessibile e il servizio altamente personalizzabile. Il prezzo, naturalmente, varia a seconda della configurazione scelta. Le piattaforme Vidyo forniscono inoltre ottime prestazioni anche in presenza di problemi (ritardo, jitter, etc.) sulla connessione di rete, un vantaggio ancora più importante quando si tratta di collegare oggetti volanti come i droni.

Prima del decollo: come ottenere le autorizzazioni

Come spesso accade, la legislazione non tiene il passo della tecnologia. Negli Usa e in Europa sono diverse restrizioni all’utilizzo dei droni, mentre l’iter burocratico per ottenere le autorizzazioni non è sempre rapido. Vidyo ha pensato anche a questo, offrendo un servizio che si occupa di sbrigare le procedure amministrative necessarie prima di far decollare il proprio drone.

Parola d’ordine: integrazione

Servizi come quello per droni dimostrano che la video conference è uno strumento molto flessibile e può funzionare non solo in modo autonomo, ma integrata con software e attrezzature già esistenti che vengono dotate della funzione video. Si parla in questi casi di applicazioni verticali. Un settore che promette nuovi sviluppi e può aprire la porta a nuovi mercati.

JOINVIDEO è il nostro servizio per i video meeting on-line ed è interamente basato sulla tecnologia Vidyo. Richiedi subito la PROVA GRATIS!

//]]>