Web conference: breve guida per capire come funziona

Uno sguardo dietro le quinte della comunicazione video, alla scoperta delle soluzioni tecniche che permettono di riunirsi in una sala virtuale di videoconferenza sul web.

Semplice e al tempo stesso complessa. Per utilizzare la web conference basta eseguire poche facili operazioni: scaricare un software e connettersi con un clic per partecipare ad un meeting online con altre persone, anche se si trovano a migliaia di chilometri di distanza. Tuttavia, la video conferenza via web ha anche un lato meno conosciuto e più complesso. La tecnologia che rende possibile le riunioni a distanza si è evoluta nel tempo. Se in una sala virtuale è oggi possibile vedersi, ascoltarsi, condividere immagini e documenti come quando si è seduti allo stesso tavolo, è grazie a soluzioni tecniche che di solito rimangono ignote ai più. Cerchiamo di capire come funzionano.

Le periferiche

Per realizzare una videochiamata sono necessari software e hardware specifici. Cominciamo dalle periferiche. La voce e le immagini sono catturate da un microfono e da una webcam, che le registrano e le trasmettono ad altri elementi hardware e software. Queste sono le periferiche che si occupano dell’input, di ricevere cioè immagini e suoni. Il monitor e gli altoparlanti, che ci restituiscono il video e la voce delle altre persone collegate, sono invece le periferiche di output.

La compressione dei dati

Per portare a termine il loro lavoro, la webcam e il microfono si avvalgono di aiutanti “invisibili”. Se l’audio e il video fossero tramessi nel loro formato originale, infatti, occuperebbero gran parte della banda di comunicazione. Per questo è necessario comprimere le informazioni e poi decomprimerle, preservando la loro integrità. Questo lavoro, impercettibile ma essenziale, è svolto da particolari software e codec che comprimono i flussi audio e video in modo parziale. La compressione può prevedere una perdita delle informazioni meno importanti, oppure mantenere la qualità dei dati audio e video originali (compressione loseless).

Il ritorno in cuffia

C’è un altro aiutante invisibile che contribuisce al successo di una videoconferenza: il software che assicura la cancellazione dell’eco, eliminando il ritorno in cuffia della propria voce. Senza questo accorgimento, riascolteremmo la nostra voce in cuffia dopo pochi secondi. Questi software catturano l’audio di ritorno eliminandolo e rendendo così più facile comunicare.

La connessione di rete

Una volta compressi e decompressi i dati, questi sono inviati alle altre persone collegate in web conference. Per questo trasferimento si utilizza una connessione internet, ad esempio quando si collegano in videoconferenza uno o più uffici della stessa azienda geograficamente distanti. Per instaurare e gestire la comunicazione si devono utilizzare opportuni protocolli di trasmissione dei dati sulla rete.

Perché scegliere un servizio professionale

Questi sono in sintesi i meccanismi che permettono di collegarsi in videoconferenza attraverso internet, un servizio che sta cambiando il nostro modo di lavorare, consentendo grandi risparmi in termini di costi e di tempo e un vantaggio competitivo per le aziende che sanno sfruttarne appieno le potenzialità. Per usufruire di un servizio affidabile, è perciò importante che tutti gli ingranaggi siano curati da tecnici con esperienza nel settore. Solo un servizio di videoconferenza professionale è in grado di garantire qualità e sicurezza e di far godere al 100% dei benefici della videoconferenza.

Il nostro servizio di videoconference online JOINVIDEO offre 30 giorni di prova gratis prima dell’acquisto con la formula RISCHIO ZERO.

//]]>